E’ di questi giorni la bella notizia, rimbalzata su tutti i media locali e nazionali, che il “nostro”  pesto, finalmente, potrà volare nel bagaglio a mano.

Basterà attendere il 1 giugno, poi chiunque voglia imbarcarsi con uno o più vasetti da 100 a 500 ml potrà farlo prima sottoponendo i barattoli a un breve controllo radiogeno, quindi apponendovi un’apposita etichetta, “Il pesto è buono”, dal nome di un’iniziativa concertata da ASCOM, Aeroporto di Genova ed Enac; un’iniziativa che intende conciliare promozione, sicurezza e solidarietà.

Già, perché il ricavato dell’etichetta, disponibile nei negozi convenzionati o presso la biglietteria dell’aeroporto, sarà devoluto alla ONLUS Flyng Angels, che si occupa del trasporto di bambini malati verso gli ospedali di tutto il mondo, Gaslini compreso.

“Da tempo ci eravamo resi conto che la norma sui liquidi nel bagaglio a mano costringeva genovesi e turisti a lasciare a terra i vasetti di pesto”, spiega Marco Arato, presidente dell’Aeroporto di Genova. Le cifre? Circa 500 barattoli all’anno: uno spreco, ma anche un’occasione mancata di promozione della nostra eccellenza più rinomata. “Per questa ragione abbiamo chiesto alla Direzione di Enac di trovare una soluzione che consentisse di salire a bordo degli aerei in partenza da Genova portando con sé il pesto, sia quello fatto in casa che quello acquistato in negozio”.

Funghi, l’anima selvatica di Liguria
La cucina ligure è una cucina discreta, quasi esoterica, in cui gli ingredienti che decidono i sapori di un piatto
Read more.
Olio extra-vergine, cosa c’è da sapere per avere un prodotto al top
E’ il prodotto simbolo della dieta mediterranea ed uno di quelli che più di altri caratterizza la nostra cucina. In
Read more.
DOP e IGP fanno numeri da capogiro, ma il pesto rimane (ancora) al palo
E’ uscito nei giorni scorsi il quindicesimo rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni agro-alimentari e vitivinicole italiane DOP, IGP, STG. Si tratta
Read more.
Pesto, da “Santa” si alza una voce: “Toti convochi subito un tavolo dei produttori”.
“Vorrei ringraziare il nostro governatore, Giovanni Toti, per aver prontamente difeso il nostro pesto dagli attacchi del The Guardian”. Laura Benazzi, export manager di Perla
Read more.
Un testimonial d’eccezione fa decollare la popolarità del Pesto
Quanto può valere una foto di un piatto di pasta al pesto su Instagram con una dichiarazione d’amore allegata? “Dichiaro
Read more.
Idee per l’estate. Spaghetti aglio, olio e…Pomodori secchi
Nel pieno dell’estate il peperoncino può essere un ottimo alleato contro il caldo. Non a caso in molti paesi africani
Read more.